Condividi su:
Stampa articolo

HOSAND HRV ANALYSIS

22/08/2018
La variabilità della frequenza cardiaca ( HRV ) è il fenomeno fisiologico di variazione nell'intervallo di tempo tra i battiti del cuore. Viene misurato dalla variazione nell'intervallo da battito a battito.

Altri termini usati includono: "variabilità della lunghezza del ciclo", "variabilità RR" (dove R è un punto corrispondente al picco del complesso QRS dell'onda ECG e RR è l'intervallo tra successivi R) e "variabilità del periodo cardiaco" .

I metodi usati per rilevare i battiti includono: ECG, pressione sanguigna, ballistocardiograms , [1] [2] e il segnale dell'onda di polso derivato da un fotopletismografo (PPG). L'ECG è considerato superiore perché fornisce una chiara forma d'onda, che rende più facile escludere i battiti del cuore non originati dal nodo seno - atriale . Il termine "NN" è usato al posto di RR per sottolineare il fatto che i battiti processati sono "normali".Con il metodo Hosand è possibile monitorare le variazioni del “quadro generale” dell'atleta consentendo al preparatore di modulare in anticipo il carico di lavoro a cui sottoporre i propri atleti.

Una delle possibili variabili che agiscono sul "quadro generale" dell'atleta è l'attività fisica.La variazione nell'intervallo battito-battito è un fenomeno fisiologico. Il nodo SA riceve diversi input e la frequenza cardiaca istantanea o l'intervallo RR e la sua variazione sono i risultati di questi input.

Gli input principali sono il sistema nervoso simpatico e parasimpatico (PSNS) e fattori umorali . La respirazione causa onde del battito cardiaco mediate principalmente attraverso il PSNS, e si ritiene che il ritardo nel ciclo di feedback dei barocettori possa generare onde di 10 secondi nella frequenza cardiaca (associate a onde Mayer della pressione sanguigna), ma questo rimane controverso .

I fattori che influenzano l'input sono il baroriflesso , la termoregolazione , gli ormoni , il ciclo sonno-veglia , i pasti, l'attività fisica e lo stress .

La riduzione dell'attività di PSNS o l'aumento dell'attività SNS si tradurrà in una riduzione dell'HRV. L'attività ad alta frequenza (HF) (da 0,15 a 0,40 Hz), in particolare, è stata collegata all'attività di PSNS. L'attività in questo intervallo è associata all'aritmia del seno respiratorio (RSA), una modulazione della frequenza cardiaca vagamente mediata tale che aumenta durante l'inspirazione e diminuisce durante l'espirazione. Meno è noto sugli input fisiologici dell'attività a bassa frequenza (LF) (da 0,04 a 0,15 Hz). Sebbene in precedenza si pensasse di riflettere l'attività SNS, è ormai ampiamente accettato che rifletta una combinazione di SNS e PSNS.

Con Hosand Recovery Valuation è possibile controllare lo stato del recupero ad esempio il giorno dopo un allenamento intenso o una competizione oppure la risposta generale all'allenamento ,determinando tramite apposite scale l'entità del carico interno.

Hosand Recovery Valuation evidenzia la risposta personale attraverso un semplice test a riposo.

Il test si svolge realmente nell'arco di pochi minuti ed inoltre il preparatore potrà scegliere se effettuare il test direttamente 'sul campo' o  in ambulatorio con il Medico dello Sport,o consegnare i MINIcardio Pro agli atleti che così potranno effettuarlo a casa in tutta comodità e scaricare i dati in un momento successivo.

Una volta scaricati i dati nel computer, basterà indicare il momento in cui è iniziato il test cliccando direttamente sul tracciato e il software eseguirà l'analisi dei dati, presentandoli in un grafico di semplice lettura.Con il metodo Hosand è possibile monitorare le variazioni del “quadro generale” dell'atleta consentendo al preparatore di modulare in anticipo il carico di lavoro a cui sottoporre i propri atleti.

Una delle possibili variabili che agiscono sul "quadro generale" dell'atleta è l'attività fisica.
Con Hosand Recovery Valuation è possibile controllare lo stato del recupero ad esempio il giorno dopo un allenamento intenso o una competizione.

Hosand Recovery Valuation evidenzia la risposta personale attraverso un semplice test a riposo.

Il test si svolge realmente nell'arco di pochi minuti ed inoltre il preparatore potrà scegliere se effettuare il test direttamente 'sul campo' o consegnare i MINIcardio Pro agli atleti che così potranno effettuarlo a casa in tutta comodità e scaricare i dati in un momento successivo.

Una volta scaricati i dati nel computer, basterà indicare il momento in cui è iniziato il test cliccando direttamente sul tracciato e il software eseguirà l'analisi dei dati, presentandoli in un grafico di semplice lettura.